Avere un figlio oggi a Manziana

Anni Ottanta.

Una giovane donna ed un giovane uomo decidono di sposarsi. Non stanno tanto a pensarci su: entrambi hanno un lavoro stabile, si vogliono bene ed hanno fame d’indipendenza. Nel giro di pochi anni decidono di mettere su famiglia e, all’incirca intorno al 27° compleanno di lei (dati ISTAT), arriva la prima gravidanza.

Il territorio “pullula” di servizi e la giovane donna può farsi seguire serenamente dall’ostetrica e dal ginecologo del consultorio, può fare praticamente tutti gli esami del caso all’ospedale di Bracciano e, sempre lì, ha la possibilità di partorire.

Una volta tornata a casa col suo bambino, oltre al sostegno delle altre donne di famiglia, la neo mamma, se lo desidera, ha la possibilità di ricevere visite domiciliari da parte dell’ostetrica del consultorio: qualcuno di voi ha mai sentito parlare della signora Dora? Coliche e seni ingorgati non spaventano la giovane mamma degli anni Ottanta!

Ma veniamo ai giorni nostri. Cosa fa una donna che aspetta un figlio, nel 2014?

Distinguiamo due gruppi diversi: il primo, costituito da gravide “più fortunate” perché appartenenti ad un ceto sociale più abbiente o perché non in temporanee difficoltà economiche (date, ad esempio, da un licenziamento inaspettato); il secondo costituito da tutte le altre donne, che chiameremo bonariamente “quelle che non se lo possono permettere”. Per il primo gruppo è possibile, date le migliori condizioni economiche, scegliere se farsi seguire da una struttura pubblica o da un centro privato. Nel caso la scelta ricada su quest’ultimo (cosa che accade assai di frequente), i costi per il monitoraggio dell’intera gravidanza lievitano paurosamente. Per fortuna, però, il Servizio Sanitario Nazionale prevede l’esenzione del ticket per i principali esami della gravidanza, tra cui le analisi del sangue e le tre ecografie raccomandate dalle linee guida, per cui le sopracitate donne “che non se lo possono permettere” hanno la possibilità di vivere serenamente la gravidanza, senza privare i propri figli del diritto alla salute.

O almeno in teoria.

Sfido ognuno dei lettori a chiamare il CUP regionale fingendosi una gravida ad inizio gestazione (poniamo 6 settimane, tempo di rendersi conto di essere incinta e capire come muoversi) e provare a prenotare una morfologica (un’ecografia ostetrica molto importante che si fa intorno alle XX settimane di gestazione). Vi daranno appuntamento all’incirca intorno al primo compleanno del bambino che state fingendo di aspettare.

“Vabbè, dai, si può fare a pagamento!”

Certo che si può. Ma per una cifra non inferiore a 150 Euro. Una donna meno facoltosa, come ormai – a causa della crisi- ce ne sono tante, non può permettersela.

Parliamo poi dell’ubicazione delle strutture: pian piano nel territorio stanno via via diminuendo i servizi basilari, e si è costretti a rivolgersi alle strutture della Capitale, come ad esempio il San Filippo Neri (anch’esso a rischio chiusura?), il Gemelli o l’Ospedale San Pietro, solo per citarne alcuni.

Insomma, nel Terzo Millennio avere un figlio risulta molto più difficoltoso e dispendioso che trent’anni fa. Cerchiamo di fare la nostra parte, riportando qui sotto alcuni numeri e servizi utili alle donne in gravidanza che vogliono usufruire della Pubblica Sanità, senza rinunciare alla qualità dell’assistenza. Nel frattempo ci auguriamo che i consigli Regionale e Provinciale riprendano a cuore la questione dell’Ospedale di Bracciano e dei servizi della Asl RmF. Un piccolo spiraglio di luce lo intravediamo , dato che a partire dall’11 novembre scorso sono state riattivate le attività assistenziali di ricovero, day hospital, day surgery e dell’ambulatorio di ginecologia.

“Un po’ di tempo in più occorrerà invece per ripristinare la funzionalità del Punto Nascite, anche se dalla Direzione Aziendale si stanno accelerando al massimo gli interventi decisionali ed amministrativi per arrivare ad una rapida risoluzione del problema “ si legge in una nota stampa della Asl RmF.

Speriamo non sia solo un miraggio.


Qualche indirizzo utile:

Ospedale San Filippo Neri

Ambulatorio Ecografico 06 33063207

Ambulatorio Cardiotocografia e corso di preparazione al parto 06 33062536

Ambulatorio Patologia Ostetrica 06 33062505

Policlinico A. Gemelli

Day Hospital Ostetricia 06 30158562

UOC Ostetricia 06 30154975

CUP 06 88805560

Ospedale San Pietro

UOC Ostetricia 06 33582448 – 06 33582791

Annunci

Informazioni su lamacchiablog

Blogger a Manziana, Roma.
Questa voce è stata pubblicata in Informazione, Senza categoria, Servizi, Territorio e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...